“Governo assume 10mila profughi con contratto in deroga in siti archeologici”



Condividi!

“Lunedi’ alle ore 11 in Prefettura ci sara’ un incontro tra il Ministro degli Interni, il Presidente della Regione De Luca e il Sindaco De Magistris per sottoscrivere un’intesa per avviare a lavoro diecimila extracomunitari, che sarebbero assunti con contratto in deroga presso i siti archeologici campani, I Comuni e alcune societa’ regionali e comunali, e se cio’ avverra’ sara’ un autentico autentico scandalo ed un affronto alle migliaia di disoccupati, ai tre milioni di poveri campani, ai partecipanti al progetto Bros,di cui molti resteranno fuori da ogni possibile occupazione, e ai tanti giovani disoccupati che vorrebbero rimanere in Campania per lavorare e non dover cercare lavoro all’estero”.

E’ quanto denuncia il Coordinatore regionale del Mns, Salvatore Ronghi. “Spero che ci sia una smentita sia da parte della Regione che del Comune – aggiunge Ronghi – ma, se cio’ non accadra’ e lunedi”sara’ sottoscritto questo Protocollo, vorra’ dire che sara’ giunto il momento di riorganizzare le liste di lotta per il lavoro”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Oggi arriva una prima sostanziale conferma alla nostra denuncia: da De Luca tasse ai campani e lavoro agli immigrati”. Lo afferma il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro. “Il governatore, apprendiamo da Repubblica, è infatti pronto ad assicurare a garantire a circa 10mila migranti, tra immigrati più o meno regolari e richiedenti asilo, case, bonus e lavoro nei siti archeologico-museali più prestigiosi della Campania”. Per Cesaro, “con l’incontro che lunedì De Luca terrà in Prefettura per firmare un protocollo rimasto ovviamente riservatissimo, gli indizi che avevamo scovato nel Defr, documento che bocceremo senza esitazione, diventano una prova”. “Altro che destra europea, De Luca si conferma presidente onorario della sinistra delle tasse che, piuttosto che spegnere sul nascere un intollerabile traffico di esseri umani, come da sempre suggerito dal Presidente Berlusconi, preferisce chiudere le porte agli italiani e spalancarle agli immigrati”, conclude il Capogruppo regionale campano di Forza Italia.



Lascia un commento