Tunisini incendiano e distruggono centro accoglienza – VIDEO

Condividi!

Ieri la Squadra Mobile di Caltanissetta ha arrestato cinque tunisini: Mimouna Karim, 40 anni; Haj Hussein Naim, 32 anni; Trabelsi Abdulmonam, 20 anni; Goubantini Achref, 24 anni, Fathallah Bilel, 29 anni, tutti indagati per il reato di concorso in devastazione per aver distrutto, la sera di sabato 9 dicembre scorso, cose mobili e parte della struttura del centro di permanenza per rimpatri di Pian del Lago:

PROFUGHI INCENDIANO STRUTTURA, SASSATE CONTRO VIGILI DEL FUOCO

Il fuoco ha fatto gravissimi danni alla struttura, ormai completamente inagibile. Uno dei protagonisti, Fathallah Bilel, ha anche ostacolato le operazioni di spegnimento dell’incendio che si stava propagando all’interno di uno dei tre padiglioni interessati dalla devastazione, lanciando una scarpa e un bidone della spazzatura all’indirizzo di un operatore della cooperativa che gestisce il centro di permanenza per rimpatri che si stava adoperando per spegnere l’incendio. Gravissimi i danni: i tre padiglioni si presentavano, infatti, del tutto inutilizzabili in quanto il calore sprigionato da incendi e fumo aveva provocato il danneggiamento irreversibile di materassi, cuscini e altro, lo scioglimento di plafoniere e porte di plastica e il distacco di parte degli intonaci dei padiglioni. I cinque fermati, dopo le formalità di rito, sono stati tutti condotti presso il Carcere nisseno “Malaspina”.

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento