Ospitano migrante in casa, lui bastona uomo e stupra la moglie



Condividi!

Decidono di ospitare un migrante, e lui, un giovane tunisino, prende a bastonate l’uomo che gli aveva aperto le porte di casa e poi, minacciandola con un coltello, ha violentato sua moglie. Il tutto, hanno ricostruito gli investigatori, mentre nella stanza accanto dormiva un bimbo di un anno e mezzo, figlio delle vittime.

Infine, soddisfatte le sue voglie, ha rubato la loro auto ed è espatriato. La sua latitanza, però, è stata interrotta dai carabinieri che lo hanno trovato e fermato ad Annecy, in Francia.

Il ventinovenne, stando alle indagini, la notte tra il 21 e il 22 novembre scorsi si sarebbe scagliato contro una coppia di italiani – ventisei anni lui, diciannove lei -, che lo avevano accolto nel loro appartamento di Turbigo, Milano.

VERIFICA LA NOTIZIA

Dopo l’aggressione e lo stupro, il migrante ha rubato l’auto della coppia e sarebbe andato in Francia. Lì, in cooperazione con la polizia transalpina, i carabinieri lo hanno arrestato il 23 novembre, mentre dormiva a bordo della macchina rubata. Il ventinovenne è stato estradato nel pomeriggio di martedì 12 dicembre e portato nel carcere Le Vallette di Torino.



Lascia un commento