Povero Keaton Jones, ora lo ‘bullizzano’ anche i media

Condividi!

Per un paio di giorni è stato la vittima eletta, che nell’epoca del vittimismo assurto a business è la più invidiata delle posizioni, in una frenetica e anche fanatica corsa al ‘sostegno’ da parte delle solite star morte di fama. Parliamo di Keaton Jones, il bambino sopravvissuto al cancro che ha commosso il mondo con il suo video nel quale si chiedeva perché i suoi compagni lo perseguitassero con atti di bullismo:

Poi hanno scoperto che la famiglia del Tennessee mostrava orgogliosamente una bandiera confederata, schierandosi con Trump e contro i galeotti della NFL, e allora è cambiato tutto. Anche i media hanno iniziato a ‘bullizzare’ il povero Keaton Jones:

Del resto se lo merita. E’ bianco. E’ un maschio. Non si veste da donna. Non è la vittima ‘ideale’ insomma. E’ la vittima ‘normale’.




Lascia un commento