Milano, ragazzino tetraplegico a scuola in autobus senza assistenza

Condividi!

Tre mesi dperché uno studente tetraplegico di 16 anni, milanese, ottenesse un trasporto adeguato alla scuola che frequenta. Nel frattempo è stato costretto ad andare sull’autobus accompagnato dalla madre o in auto col padre, perché “il Comune di Milano non ha fornito il mezzo adeguato poiché l’istituto era fuori dal capoluogo lombardo“.

La denuncia è di Angelo Ciocca, europarlamentare della Lega: “è un episodio davvero spiacevole, sono imbarazzato nel dire che sono dovuto intervenire su un’assenza del Comune chiedendo un intervento della Regione e non mi sembra giusto che un disabile non abbia il trattamento di cui ha diritto”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“La Regione nel cuore dell’estate ha trasferito le competenze per i trasporti degli studenti superiori disabili ai Comuni, – ha replicato il Comune -. Purtroppo per la decina di studenti che vanno fuori città il contributo di Regione Lombardia è molto al di sotto del costo del servizio. Quindi il Comune ha avuto bisogno di reperire le risorse”. Ah, beh, però le risorse per sollazzare i fancazzisti afroislamici le avete sempre avute:




Lascia un commento