Squadristi rossi attaccano raccolta firme per dare case popolari agli Italiani – VIDEO



Condividi!

Ancora violenze rosse. Una quarantina di cosiddetti antagonisti (non certo al Sistema) del centro sociale “Zam” hanno attaccano militanti di Forza Nuova che stavano raccogliendo le firme per dare le case popolari agli italiani al grido “Siamo tutti antifascisti”. Le persone in coda per firmare sono state messe in fuga. Pazzesco.

E’ intervenuta la polizia che ha bloccato l’aggressione, prima che gli ‘antagonisti’ si facessero male. Come si possa attaccare una raccolta firme per dare casa ai poveri italiani è cosa che denota la natura razzista degli estremisti di ‘sinistra’.

I militanti di Forza Nuova stavano tenendo il banchetto “Tempo di casa” nel quartiere di Stadera, periferia sud di Milano. Insieme a loro erano presenti alcuni esponenti dell’associazione “Evita Peron” di Milano. Titolo dell’iniziativa: “Case popolari solo agli italiani”.

“Avremmo dovuto montare il nostro banchetto – hanno spiegato i militanti di Forza Nuova – e, invece, la Questura ha dato ragione agli antagonisti che poi si sono scatenati”. “Sono i soliti scalzacani…”, commentano i militanti di Forza Nuova. Che, poi, rinfacciano alla Questura di avergli vietato il banchetto nonostante le autorizzazioni fossero tutte in regola. Quando la Digos, che era già presente sul posto, ha lanciato l’allarme e sono intervenuti altri agenti, gli antifascisti dello “Zam” si sono dispersi e hanno dato vita a un corteo per le vie del quartiere Stadera. A loro è permesso.



Lascia un commento