Nigeriano aggredisce a pietrate mamma e neonata



Condividi!

A Catania, un nigeriano senza fissa dimora ha aggredito una donna con i neonato sul passeggino. In manette è finito Kelvin Egubor, 29 anni con precedenti per tentato omicidio doloso, lesioni personali, violenza e minaccia a pubblico ufficiale. Ma libero di girovagare sul territorio.

In particolare, durante il normale servizio di controllo del territorio, la pattuglia della polizia, è stata richiamata dalle urla di una donna con
il passeggino, nel quale si trovava la figlia di soli 5 mesi.

La donna era appena stata vittima di un’aggressione da parte di un africano, vestito con jeans, maglione blu e berretto blu che si stava allontanando a passo svelto in viale Libertà e che è stato immediatamente bloccato.

La donna, nella concitazione del momento, ha raccontato che il ragazzo le si era avvicinato chiedendo insistentemente soldi, ma il suo fermo rifiuto lo ha mandato in escandescenza. Il nigeriano prima ha insultato la donna e poi le ha scagliato contro una grossa pietra cercando di prendere anche il passeggino.

VERIFICA LA NOTIZIA

Alla scena hanno assistito alcuni passanti, che avevano cercato di intervenire in aiuto della donna e che hanno confermato l’accaduto agli agenti.

Dopo gli accertamenti di rito e la presentazione della denuncia da parte della donna, il ragazzo è stato arrestato e su disposizione del pm di turno è stato trasferito nel carcere di piazza Lanza a Catania in attesa del giudizio per direttissima. Ma tanto sarà presto di nuovo ad aggredire donne e bambine.



Lascia un commento