Chiede aiuto, massacrato di botte da fidanzatini africani



Condividi!

Hanno rapinato e pestato selvaggiamente un uomo di 49 anni, colpendolo ripetutamente al volto con calci e pugni.

I delinquenti sono una coppia di giovanissimi marocchini, lei di 18 e lui di 20 anni. Con lo ius soli sarebbero già italiani.

L’aggredito è stato trasportato in gravi condizioni in ospedale: ha riportato una prognosi di 50 giorni per la frattura scomposta del naso e dell’orbita sinistra, oltre a una serie di ferite lacero contuse.

Siamo a Milano, poco dopo la mezzanotte di ieri, nella zona compresa tra piazza Napoli e via Cola di Rienzo. Il 49enne viene avvicinato dai due giovani mentre sta comprando le sigarette a un distributore automatico. E qui si è scatenata la furia dei due giovani migranti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il 20enne gli ha puntato il coltello per farsi consegnare i contanti, ma quando la vittima ha preso il cellulare per chiamare aiuto è iniziato il pestaggio. Selvaggio.

La ragazza, appena maggiorenne, ha contribuito con calci e pugni.

La scena è stata notata da una camionetta dell’esercito che è riuscita a bloccare i due in attesa dell’intervento definitivo dei carabinieri.

Entrambi sono senza fissa dimora e hanno numerosi precedenti. Ma stanno in Italia, perché?



Lascia un commento