Ventimiglia, polemiche per donna con hijab e uomo col turbante nel Presepe



Condividi!

Donna velata nella Natività proiettata su una facciata della chiesa di Sant’Agostino a Ventimiglia: oltre a Gesù Bambino, Giuseppe e Maria, si trovano, infatti, una figura con il velo che sembra un hijab e un’altra con il turbante e la barba. Ed è polemica in città.

Sui social l’immagine ha sollevato una vera e propria ‘caccia all’intruso’. La presenza di velo e turbante viene associata all’Islam e alla emergenza clandestini che la città vive ormai da anni.

Ricordiamo che nella zona non si usava il turbante e il personaggio non è un re magio. E che quel tipo di velo, che potrebbe avere richiami a qualche santa medievale, comunque non ha attinenza con il presepe. Sembra una provocazione ‘islamica’. Provocazione che ha indispettivo il parroco.

“Mi dissocio completamente. Chi ha proiettato un’immagine del genere su una proprietà privata ha commesso una scorrettezza visto che io non sono stato informato – ha detto il parroco don Angelo Di Lorenzo -. Cado dalle nuvole. Non so neppure con quale scopo abbia voluto proiettare questa immagine”. Noi lo sappiamo.

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento