Sisma Marche: la prima casetta ad un islamico, prete bloccato mentre la benedice

Consegnate ieri alcune casette ai terremotati di Muccia, Macerata

Almeno due terzi dei terremotati è in attesa delle casette. Ma anche in questo caso, i migranti vengono prima. Uno Stato barzelletta.

L’assessore regionale Angelo Sciapichetti, ieri a mezzogiorno ha consegnato le casette ai terremotati del sisma marchigiano. Anche don Gianni Preziotti stava sul punto di benedire l’alloggio del primo assegnatario, in ordine di tempo: non sia mai.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ stato fermato giusto in tempo per evitare un incidente ‘internazionale’ – ha sottolineato il sindaco Baroni. Di fede islamica è infatti la famiglia Ramadan: «Prima abitavamo a Pievetorina, siamo originari della Macedonia» dice il capofamiglia usando cortese fermezza nei confronti del cronista che chiede maggiori dettagli sui nomi: «Basta solo: Ramadan, grazie». Al suo fianco, la moglie col tradizionale copricapo, non parla.

Le donne non parlano mai. Ma le nostre case se le prendono. Stato di merda.

Per quanto ci riguarda, ogni casa che viene data ad un immigrato, è una casa sottratta ad un italiano.



Lascia un commento