Retata contro spacciatori a Genova: arrestati 23 profughi – VIDEO

Maxi blitz antidroga della polizia nel centro storico genovese. Sono stati arrestati 23 spacciatori: provengono tutti dall’Africa e sono quasi tutti richiedenti asilo. Giovani fancazzisti africani in fuga dalla guerra in Siria.

L’operazione “Labirinto” è stata condotta dagli investigatori della quarta sezione della squadra Mobile di Genova insieme ai colleghi del Commissariato Centro, coordinati dalla Procura che ha consentito il cosiddetto “arresto differito”.

In sostanza, gli spacciatori stranieri sono stati seguiti e filmati durante le varie fasi dell’attività illecita senza essere arrestati subito in flagranza di reato. Siffatta indagine ha così consentito di smantellare un’organizzazione che ormai da tempo dilagava nei vicoli della città vecchia con corrieri, vedette e pusher in azione di giorno e di notte. Sovente, la sostanza stupefacente veniva nascosta negli “ecopoint” della spazzatura sparsi nei caruggi.

VERIFICA LA NOTIZIA

In particolare, hanno spiegato gli inquirenti, gli spacciatori vendevano droga di vario tipo, dal crack all’eroina alla marijuana, anche a minorenni per pochi euro (si parla addirittura, in alcuni casi, di 5-10 euro a dose). Il dramma dei barconi di spacciatori scaricati in Italia, è che stanno abbassando il costo della droga: questo non fa che aumentare la platea dei potenziali consumatori e l’abuso che ne fanno. Han portato spacciatori ad Eleusi.



Lascia un commento