Erdogan contro Trump: Gerusalemme è linea rossa islamica

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha avvertito il capo della Casa Bianca, Donald Trump, che l’eventuale riconoscimento di Gerusalemme capitale di Israele rappresenta “una linea rossa per i musulmani” e che potrebbe portare alla rottura delle relazioni diplomatiche della Turchia con Israele.

Sulla questione dello spostamento dell’ambasciata Usa a Gerusalemme, il presidente Donald Trump “è stato chiaro sin dall’inizio, non è questione di se, ma di quando”, avevea detto in precedenza il vice portavoce della Casa Bianca, Hogan Gidley, aggiungendo che “una decisione” verrà resa nota “nei prossimi giorni”. Quest’ultima potrebbe rappresentare un atto di riconoscimento di Gerusalemme come capitale dello Stato ebraico.

VERIFICA LA NOTIZIA

E il sistema di difesa israeliano si sta preparando per una “possibile violenta” rivolta palestinese in Israele, principalmente a Gerusalemme, a seguito dell’annunciata intenzione di Donald Trump. La polizia israeliana, lo Shin Bet e il comando centrale dell’esercito – riferiscono i media d’Israele – hanno tenuto in questi giorni numerose riunioni in tal senso.



Lascia un commento