Mugnaini, il boss dei profughi in Toscana: incassa 13.500 euro al giorno

Bufera su Stefano Mugnaini (nella foto), presidente del Consorzio Mc Multicons di Montelupo Fiorentino, che gestisce centinaia di profughi nei centri di accoglienza dell’Empolese Valdelsa e in varie altre zone della Toscana. Nel mirino anche gli stipendi, considerati esosi, suo e della sua compagna Letizia Bini, oltre alla gestione di alcuni immobili, dove sono ospitati i migranti, che sarebbero subaffittati a Multicons attraverso una immobiliare riconducibile sempre a Mugnaini (già finito sotto inchiesta della Procura nel 2016 per le condizioni di vita nei centri di accoglienza) e la stessa Bini. Il caso è stato trattato anche da Giordano l’altra sera a “Quinta Colonna”, nella puntata dedicata al “business-migranti”.

Un impero in grado di adattarsi abilmente alla situazione il consorzio Multicons. Esperti di giardinaggio, derattizzazione e servizi alla persona, da quando il PD ha dato il via al traghettamento, si sono “dedicati” ai richiedenti asilo. Tanto che il gruppo è arrivato a gestire “oltre 400 immigrati” attraverso la consorziata “Servizi Toscani”. E così a Firenze la prefettura gli ha liquidato 2.089.528 euro e a Massa Carrara l’importo destinato era di 347mila.

Il Consorzio Multicons di Montelupo Fiorentino gestisce 18 centri in Toscana.



Lascia un commento