Indagine sulla bandiera che non è nazista, la fake news dei media



Condividi!

I media di distrazione di massa continuano a prendere in giro gli italiani con le loro fake news. L’apoteosi la stanno toccando con la bandiera ‘neonazista’

“E’ occupata da un giovane militare del 6° Battaglione Carabiniere ‘Toscana’”, la camera dove è stato esposto un vessillo rappresentante la bandiera “in uso alle forze armate Prussiane” oltre ad “altre immagini”, all’interno di un locale della caserma Baldissera di Firenze.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo ha precisato il Comando del Battaglione ‘Toscana’ in relazione al video postato su un sito fiorentino. La vicenda, precisa una nota firmata dal tenente colonnello Alessandro Parisi, “è stata immediatamente oggetto di accertamenti da parte della scala gerarchica – che ha già informato l’autorità giudiziaria militare – avviando l’esame della posizione disciplinare dell’interessato, per il grave comportamento posto in essere”.

Fake news: vessillo marina tedesca scambiato per bandiera nazista

“Probabilmente non è stato commesso nessun reato militare – ha precisato il procuratore militare Marco De Paolis – ma c’è un problema disciplinare e un grande problema culturale”. “La norma secondo la quale è reato esporre un vessillo che evochi il nazismo vale per i civili e non specificamente per i militari”.

Sinceramente non esiste alcuna norma che impedisca di mettere in camera propria la bandiera che si preferisce. Ma insistere con l’evocazione del nazismo, quando si ammette essere una bandiera prussiana, è oltre l’immaginazione. Indagate chi non fa il proprio dovere, non chi appende una bandiera in camera propria. Presto ci imporranno di mangiare con la sinistra perché alzare la destra evoca il fascismo. Sono malati mentali.

Probabilmente è invece reato riprendere la camera di qualcuno senza il suo consenso.



Lascia un commento