Verona, Marocchino spacca la faccia a fidanzata per strada, lei non vuole denunciarlo



Condividi!

Qualcuno ha avvisato le Volanti che un uomo stava picchiando una donna in strada. E quando la pattuglia è arrivata in via XX Settembre ha visto Fouad Belkhadem che prendeva una ragazza per i capelli e le sbatteva la faccia contro il muro.

La scena raccapricciante in mezzo della strada. Solo l’intervento delle volanti chiamate dai passanti ha evitato un vero e proprio massacro. Una donna sbattuta con il volto contro il muro, presa per i capelli da chi avrebbe dovuto amarla.

La vicenda giudiziaria del trentenne marocchino, F.B., riportata quest’oggi dal quotidiano L’Arena, è purtroppo solo l’ultimo di una serie di brutali episodi di violenza degli immigrati contro le donne. La giovane ragazza questa volta se l’è cavata con una prognosi di un mese dopo il ricovero all’ospedale, ma la brutale aggressione del fidanzato sarebbe potuto costarle molto di più e le ferite in testa, sul collo, al pari delle fratture multiple al naso, glielo ricorderanno tristemente a lungo.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma non sono bastati. Quattro anni di relazione e la volontà, nonostante la violenza, di continuare a “proteggere” il trentenne che l’aveva appena picchiata: sono infatti stati gli agenti delle a dover chiamare un’ambulanza, perché la ragazza non voleva andare in ospedale. L’arresto del trentenne marocchino è stato poi convalidato e il giudice lo ha spedito in carcere, nell’attesa del processo la cui udienza è fissata per il 12 febbraio 2018.

Vanno espulsi. Non vogliamo barbari in Italia. Perché c’è sempre qualche persona incapace di intendere che possono circonvenire.

Nella foto in alto la foto d’archivio di un caso analogo. Anche in un caso recente a Milano, Marocchino massacratore e fidanzatina che non vuole denunciare:

Milano, Italiana massacrata a sangue da marocchino fugge per strada

E’ l’integrazione.



Lascia un commento