Trump, Abc ammette: “Contatti con Russi erano fake news” – VIDEO

Prosegue l’ossessione Russiagate. E le bufale. Dopo la ‘confessione’ del generale Flynn, reo di avere mentito all’FBI sui suoi contatti personali con i russi – quindi non sui contatti stessi, ma per averlo negato (spergiuro) -, i media italiani fantasticano di ‘impeachment’ contro Trump. Ne sarebbero estasiati.

In realtà, già ieri sera, la Abc ha dovuto scusarsi per avere diffuso la fake news che, poche ore prima, aveva fatto crollare la borsa.

No, Trump non ha chiesto a Flynn di contattare i russi durante la campagna elettorale, ma solo dopo la sua vittoria e come presidente eletto. Il che è ciò che fanno tutti i presidenti appena eletti: prendere contatti con i governi stranieri.

E Trump oggi ha parlato. Si è detto totalmente tranquillo. Del resto ha appena fatto passare la sua riforma fiscale che taglia le tasse. E il russiagate è una gigantesca fake news.

“Non c’e’ assolutamente collusione”. Trump ha parlato dal South Lawn della Casa Bianca, da dove si sta spostando verso New York per partecipare ad alcuni eventi di raccolta fondi per i repubblicani.

“Sono imbattibile alle prossime elezioni”, afferma, sottolineando che il non aver votato il taglio delle tasse “costerà caro” ai democratici alle prossime elezioni. Il presidente americano partecipa oggi a tre eventi di raccolta fondi per i repubblicani, durante i quali si stima che riuscirà a raccogliere 6 milioni di dollari.



Lascia un commento