Prete accusa: “Migranti molestano anziani e malati, assediano chiese: ora basta”

Dilaga la rivolta contro Bergoglio e il politicamente corretto nella Chiesa, un altro prete vero che dice la verità.

“Accattoni”, “zingari”, “extracomunitari”. Così don Francesco Mariani, parroco di San Giuseppe, sociologo, giornalista, direttore per anni di Radio Barbagia, ha descritto i migranti, accusati di creare un “grande disagio” mentre chiedono l’elemosina davanti alle chiese, ai bar ai negozi. Nel suo editoriale pubblicato nel settimanale diocesano di Nuoro l’Ortobene, don Mariani usa parole condivise dalla maggioranza della popolazione, non dai radical shit.

Che hanno subito accusato il sacerdote di aver usato “toni salviniani” e additato come intollerante e razzista. La tolleranza è il male del secolo, è all’origine del degrado, non solo morale.

“Non so voi – scrive nell’articolo ‘Cercansi ‘pidores’ per avere dignità’ – ma io ho provato grande disagio in questi giorni della novena delle Grazie ad entrare in chiesa dovendo passare attraverso un cordone di questuanti”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Ho visto il ritorno alla grande di un clan di zingari che dopo aver devastato il campo di accoglienza di Pratosardo realizzato dal Comune con i nostri soldi lo hanno trasformato in una discarica e si è speso un po’ per garantire loro la scuola, per vestirli e nutrirli. Erano lì davanti alla chiesa delle Grazie a pietire e strattonare anziani e malati arrivati per la giornata mondiale dei poveri”.

“In un supermercato un extracomunitario mi chiede il carrello per parcheggiarlo, ero il numero 403. Un euro per ogni carrello fa una bella cifra. Lo Stato, cioè Pantalone, spende 35 euro al giorno per alloggio, vitto, vestiario, ricariche telefoniche e sigarette: poi li incontriamo a fare gli accattoni. Non sono razzista ma provo rabbia per l’anziana che va alle poste, e si trova davanti all’uscio un giovanottone che chiede soldi, pretende, insiste”.

“Fa piacere che un importante sacerdote, evidenzi le pericolose ricadute in ambito sociale e cittadino mettendo in luce il fenomeno dell’immigrazione selvaggia”, dice il portavoce di Fdi-An Salvatore Deidda.



Lascia un commento