Ponte aereo dall’Etiopia per trasferire in Italia 500 Africani

ANCHE IN ETIOPIA C’E’ LA GUERRA IN SIRIA: MENTRE ISRAELE ORGANIZZA PONTI AEREI PER TRASFERIRE IN UGANDA MIGLIAIA DI CLANDESTINI AFRICANI, NOI LI ORGANIZZIAMO IN INGRESSO

Al PD non bastano i clandestini traghettati dalla Libia e gli sbarchi fantasma di detenuti tunisini e algerini, li vanno a prendere anche in aereo.

L’ultimo ponte aereo per trasferire immigrati dall’Africa arriva dall’Etiopia. Il primo aereo con un carico di alcune decine di immigrati è giunto questa mattina all’aeroporto di Fiumicino con un volo di linea da Addis Abeba.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’arrivo rientra nell’ambito del famigerato Protocollo d’intesa con lo Stato italiano, siglato dalla Cei – che agisce attraverso Carita$ Italiana e Fondazione Migrante$ – e dalla Comunità di $ant’Egidio. Il Protocollo, finanziato con fondi truffati dalla Cei agli italiani con l’8xmille, prevede il trasferimento dall’Etiopia di 500 immigrati in due anni.

Poco dopo lo sbarco dal volo Ethiopian, atterrato intorno alle 4, per gli immigrati, accolti da don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana, Oliviero Forti, responsabile dell’Ufficio Immigrazione di Caritas Italiana e Daniela Pompei, responsabile della Comunità di Sant’Egidio per i servizi agli immigrati, rifugiati e Rom, sono scattate le consuete procedure previste in occasione dell’arrivo di migranti.

In Etiopia non ci sono guerre. Non si capisce perché si debba andare a raccattare clandestini in aereo dall’Etiopia. Questo è osceno. E sono tutti futuri potenziali terroristi: è così che negli Usa e in GB sono arrivati i terroristi.



Lascia un commento