Croce Rossa elimina Crocifisso, per non turbare “loro” – VIDEO

Accade in Belgio, dove è rivolta contro la decisione

I volontari dell’associazione si sono ribellati alla richiesta della Croce Rossa belga di rimuovere i crocifissi dalle proprie sedi. Con questo gesto, la Croce Rossa intende affermare il proprio multiculturalismo. Ma allora chiamatevi ‘Feccia Rossa’, ha detto qualcuno.

Imparzialità e neutralità. È attraverso questi due principi fondamentali che la Croce Rossa belga ha chiesto la rimozione dei crocifissi appesi alle pareti delle sue filiali locali.

“A seguito di una e-mail ricevuta dal Comitato Provinciale della Croce Rossa di Liegi, ci è stato chiesto di rispettare i principi della Croce Rossa”, ha detto André Rouffart, presidente della Casa della Croce Rossa di Verviers, che ha ricevuto molte critiche dopo questa decisione.

Molti volontari intervistati da RTL Info contestano questa decisione, riferendosi in particolare alla modifica di alcune terminologie che, dal loro punto di vista, rompono con le nostre tradizioni e le nostre radici.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Lascia che le cose siano come sono” insulta uno di loro. “Prima dicevamo vacanze di Natale. ora vacanze invernali, il mercatino di Natale a Bruxelles è diventato il mercatino invernale”.

Per la popolazione, è a causa dei musulmani che le croci sono state rimosse nelle case della Croce Rossa, ma i caporioni dell’organizzazione assicurano di no, visto che, dicono, anche altri simboli religiosi sono banditi dalla Croce Rossa locale. Ma non è la stessa cosa: noi siamo a casa nostra.



Lascia un commento