Brescia: arrestati 12 profughi spacciatori, li mandano ai domiciliari!



Condividi!

Banda di profughi gestiva lo spaccio nella zona della stazione ferroviaria di Brescia quello sgominato dalla squadra mobile della Questura di Brescia che ha arrestato dodici immigrati.

Due stranieri sono finiti in carcere, per sei sono stati disposti i domiciliari mentre per quattro che facevano le consegne è stato firmato l’obbligo di dimora. Una barzelletta.

Quasi tutti gli stranieri sono richiedenti asilo. Un gambiano è stato arrestato in un centro profughi. Ormai lo spaccio è in mano ai fancazzisti spacciatori importati dalla Libia da PD e Ong. Trafficanti di spacciatori.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’indagine è nata a novembre di un anno fa da un controllo nei pressi della Stazione ferroviaria di Brescia ai danni di due italiani tossicodipendenti che rivendevano il metadone che gli veniva fornito dal Sert e con i ricavi compravano cocaina. “Il gruppo dopo i primi arresti ha spostato il raggio d’azione dalla Stazione alle fermate della metropolitana cittadina” ha spiegato la polizia.

Lascia un commento