Leader islamico lascia l’Italia: “Ci sono troppe tasse”

Ovviamente non è vero: lui se ne va perché non ci sono abbastanza sussidi come ci sono in Gb e Francia. Più la società è multietnica, e meno lo Stato Sociale è positivo: perché viene parassitato dai nuovi arrivati. Un elemento che sarebbe positivo in una società omogenea, diventa quindi negativo

Non tutto il male vien per nuocere dicevano gli antichi. E lo ripetiamo noi. Visto che tal Tanji Bouchaib, presidente della Federazione islamica del Veneto, Marocchino e da oltre vent’anni residente a Cinto Caomaggiore in provincia di Venezia, se ne va.

“Non ce la facciamo più, stiamo soffocando, colpa dell’alto costo della vita e delle troppe tasse – spiega – abbiamo un mutuo sulla casa, lavoriamo in due, io e mia moglie, eppure facciamo fatica ad arrivare a fine mese”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Chi ha scelto di emigrare in Francia, ragiona Bouchaib, non torna più indietro perché c’è più lavoro e la vita è più facile. No, non c’è più lavoro, le banlieu scoppiano: ci sono più sussidi, è quelli che cercano questo tipo di immigrati.

Intanto le figlie sono andate a lavorare in Qatar. Dove lui e la moglie vogliono raggiungerle.

Vai. Andate. Ponti d’oro al nemico che fugge.



Lascia un commento