Berlusconi: “Un Generale a Palazzo Chigi”

Fazio, a corto di ossigeno, spera in Berlusconi e stasera lo ha invitato al suo programma in crisi di ascolti.

“Ho diversi nomi. C’è una persona molto capace, a cui non ho ancora parlato: Il generale dei Carabinieri Leonardo Gallitelli” che è un esempio di “qualcuno che non viene dalla politica, qualcuno che possa essere visto come una garanzia come premier”. Così il leader di FI Silvio Berlusconi, ospite di “Che tempo che fa”, soffermandosi su chi possa essere il leader del Centrodestra unito.

“Il centrodestra sta al 38% secondo gli ultimi sondaggi, nel 2013 quando ritornai in campo nel giro di 23 giorni di campagna elettorale aggiunsi 10 punti, ora abbiamo avanti 4 mesi per crescere” spiega ancora Berlusconi, ribadendo di essere in grado di fare ora le cose che faceva quando aveva 40 anni.

“L’età non è un fatto anagrafico, ma una condizione dello sprito”, ha aggiunto. Se la Lega non lo candida accoglierò io Bossi Se la Lega non candidasse Umberto Bossi “lo accoglierei a braccia aperte, perché gli sono amico e si è sempre comportato, dopo alcuni mesi di contrasto, con molto rispetto con me”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Un solo concetto per l’economia: meno tasse per famiglie, imprese e lavoro, afferma intervistato da Fabio Fazio. Rilancia la flat tax per famiglie e imprese “con aliquote inferiori a quelle attuali per ridurre evasione ed elusione ed evasione fiscale e far entrare più soldi per il rilancio del lavoro e le politiche per i giovani”.

Stavolta non ha parlato di Merkel e della sua speranza che continui ad essere il cancelliere tedesco. Del resto fanno parte dello stesso gruppo alla Ue, come ha rivendicato ultimamente.



Un pensiero su “Berlusconi: “Un Generale a Palazzo Chigi””

Lascia un commento