Svezia, la Chiesa luterana ha il suo dio Transgender



Condividi!

Niente più “Lui” o “Signore” per riferirsi a Dio. È la decisione della Chiesa di Svezia, che ha chiesto ai suoi membri – e mai termine fu più azzeccato – di utilizzare un linguaggio più neutro: più ‘gender’, che non indichi un genere specifico. Un/a dio/a ‘trans’.

“Teologicamente, per esempio, sappiamo che Dio va al di là del concetto di genere – ha spiega l’arcivescova (!) Antje Jackelén – Dio non è umano”.

Beh, qui si entra in un campo teologico un tantino complicato. Se sei cristiano, e la ‘vescova’ si dice tale, devi pensare che il tuo dio ha scelto di incarnarsi in un uomo, maschio. E che in realtà, il dio cristiano è ‘uno e trino’, e che una delle componenti di questa trinità è maschile, quindi il dio cristiano è maschio.

Altrimenti puoi fondare un’altra religione, come è in effetti questa Chiesa di Svezia, e inventarti quello che vuoi. Un dio uccello, un dio tartaruga o un dio trans.

Secondo Christer Pahlmblad, professore associato di teologia all’università di Lund “non è una mossa furba far passare la Chiesa di Svezia per quella che non rispetta l’eredità teologica comune”.

La decisione – La decisione arriva al termine di un incontro – durato ben 8 giorni – tra i 251 membri dell’organo decisionale della Chiesa Nazionale Evangelica Luterana e diventerà effettiva dal 20 maggio 2018, giorno di Pentecoste. Ma questa è solo l’ultima di una serie di misure adottate dalla Chiesa per aggiornare un manuale che raccoglie diverse regole da usare non solo nel linguaggio, ma anche in altri aspetti dell’attività religiosa. Jackelén ha spiegato, però, come il dibattito su un linguaggio più inclusivo fosse già iniziato nel lontano 1986.

La Chiesa di Svezia – L’arcivescova Antje Jackelén guida una comunità di 6,1 milioni di fedeli battezzati in un Paese di 10 milioni di abitanti.

Al di là delle questioni teologiche che abbiamo evidenziato, c’è però altro. Dietro questa ‘neutralizzazione’ c’è un fatto culturale profondo: l’emasculazione della società svedese. Che è uno degli aspetti della neutralizzazione della società che deve perdere ogni riferimento per annullarsi nella multiculturalità.



Un pensiero su “Svezia, la Chiesa luterana ha il suo dio Transgender”

  1. Chiese protestanti e chiesa cattolica infiltrate dall’ebraismo.
    Aridateci il concilio di Firenze (1431-1445), dove venne sancito che gli ebrei non convertiti al cristianesimo sono condannati alle fiamme eterne dell’inferno, giustamente !

Lascia un commento