Sondaggio: maggioranza immigrati nati in Italia non si sente italiano



Condividi!

SOLO IL 45,7% DI CHI È NATO QUI SI SENTE CITTADINO E SOLO IL 49% VORREBBE RESTARE

Il grafico mostra la percentuale di stranieri, nati in Italia e iscritti alle scuole medie e superiori italiane, che si è dichiarato d’accordo con una serie di affermazioni sul livello di integrazione nella nostra società.

Tra i cinesi, due su tre (70,8%) non si sentono italiani, anche se sono nati qui. E hanno ragione: non lo sono. Come non saremmo noi cinesi se fossimo nati a Pechino. Solo il 55% di loro frequenta degli italiani. Gli altri, nel tempo libero, restano all’interno della propria comunità, anche se frequentano le nostre scuole. E solo il 28,1% degli intervistati che frequenta scuole italiane ed è nato in Italia parla bene l’italiano.

Non esiste integrazione anche per i filippini: solo il 63% frequenta degli italiani e il 42,8% parla bene l’italiano. Tra i marocchini solo la metà (49,7%) si sente italiano.

Nel complesso appena il 45,7% dei figli di immigrati nati in Italia e che frequentano le nostre scuole si sente italiano. Oltre la metà di loro vorrebbe tornare a casa. A questi, i parassiti del PD vorrebbero dare la nostra Cittadinanza.

VERIFICA LA NOTIZIA
Questi numeri pongono gravi problemi. Se le seconde generazioni di immigrati che il PD vuole trasformare in ‘italiani’ non si sentono – giustamente – tali, avremo il nemico in casa. Un nemico che non sarà possibile espellere: come avviene in Francia e Belgio. E sarà guerra in-civile.



Un pensiero su “Sondaggio: maggioranza immigrati nati in Italia non si sente italiano”

Lascia un commento