Pubblico contro “Trono Gay”, e la De Filippi chiama la Digos

Condividi!

Che la signora Costanzo sia impegnata da anni nel degradare il senso morale degli Italiani è evidente. Nulla di meglio che il trash televisivo per abbassare le difese immunitarie del cittadino e renderlo disattento e indifferente rispetto a quello che lo circonda. La propaganda politica non è pericolosa, la stupidità diffusa a reti unificate lo è. Ed è perfettamente connaturata al sistema di potere.

Ma la regina del trash è andata troppo oltre. Il suo pubblico non era ancora abbastanza rimbambito da accettare il ‘trono gay’. Così, quando la conduttrice ha introdotto questa ‘variazione’ sul format di Uomini (?) e Donne (?) il pubblico non ha gradito e si vista recapitare numerose minacce. Così la regina del trash ha chiesto l’intervento della Divisione Investigazioni Generali e Operazioni Speciali. La DIGOS.

«Sono contenta del percorso fatto da Alex Migliorini, un ragazzo d’altri tempi. Si è presentato ai provini con i genitori. Siamo già alla ricerca di un nuovo tronista gay, bisogna fare molta attenzione perché siamo molto esposti. Mi sono dovuta rivolgere alla DIGOS per denunciare minacce anonime», ha dichiarato Maria De Filippi a Oggi.

VERIFICA LA NOTIZIA

«Non ho capito questo clamore, nel senso che ho già raccontato a C’è Posta Per Te tante storie omosessuali! Quando iniziano ad arrivare una serie di richieste di un certo tipo, di sorprese da fidanzato a fidanzato, devi prenderne atto. Punto».

Non ci cascate. Lei è la punta di diamante di una strisciante propaganda di ‘normalizzazione’ contro l’ordine naturale delle cose.




Lascia un commento