Vicenza, retata contro Profughi spacciatori

SCHIO, ANCORA SPACCIO IN CITTA’ DA PARTE DI RICHIEDENTI ASILO. IL COMITATO PRIMANOI ANNUNCIA UNA MOBILITAZIONE DI PIAZZA

Ieri pomeriggio, è andato in scena l’ennesimo blitz in centro a Schio della Polizia Polizia Locale, coadiuvati per l’occasione dalla Polizia di Stato, volto ad arginare il giro di spaccio di droga operato da stranieri, in particolare da richiedenti asilo ospiti in centri d’accoglienza della zona.

Il comitato di cittadini PrimaNoi, nel ringraziare le forze dell’ordine per il serrato controllo del territorio ai fini di “rendere difficile i loschi affari degli spacciatori e dei consumatori di droga”, annuncia una mobilitazione di piazza.

VERIFICA LA NOTIZIA

“In questi giorni proporremo ai rappresentanti politici che sostengono il sindaco Valter Orsi e a chi ci sta, di valutare l’opportunità di promuovere un’iniziativa per esprimere vicinanza all’operato delle forze dell’ordine e per ribadire forte il concetto che Schio non è disposta a tollerare in silenzio che orde di falsi profughi bivacchino per le vie della città con l’intento di fare quattrini smerciando schifezze ai nostri giovani” -spiega il portavoce di PrimaNoi Alex Cioni.

Il comitato poi accusa le cooperative per “avere riempito la città di immigrati allo scopo di fare anch’essi facili quattrini senza poi gestire nel modo dovuto gli ospiti che hanno in carico”.

Dopo lo scambio di accuse delle settimane scorse, Cioni rilancia una stoccata al capogruppo di TesSiamo Carlo Cunegato: “Alla luce di questa ennesima dimostrazione dell’esistenza di una correlazione tra richiedenti asilo e mercato della droga, siamo curiosi di sapere se l’esponente della sinistra radicale, sostenuto dai centri sociali locali e patavini, si ostinerà a fare come gli struzzi nascondendo la testa sotto la sabbia, o prenderà finalmente atto che le politiche dell’accoglienza da lui sempre sostenute sono un fallimento su tutta la linea”.



Lascia un commento