Prefetto invia bus a prendere 55 profughi in marcia, pagano italiani



Condividi!

Gli ultimi 55 fancazzisti africani che, nei giorni scorsi avevano lasciato il centro di Conetta nel veneziano, perché insoddisfatti, saranno ricevuti dal Prefetto di Venezia Carlo Boffi, il loro agente viaggi, con il quale discuteranno la loro prossima destinazione. Si presume una città più adatta allo spaccio rispetto alla piccola Cona.

Arrestato Profugo spacciatore: 50 mila euro di cocaina pura in casa

I giovani maschi africani in fuga dalla guerra in Siria hanno trascorso la notte in una struttura religiosa a Rubano, e mai termine fu più adeguato, stamane con un bus messo a disposizione dalla Prefettura a spese degli Italiani, sono stati accompagnati a Venezia dove hanno portato le loro in Prefettura.

I fancazzisti africani avevano lasciato Conetta in massa perché ritenevano inadeguata l’ospitalità. Alcuni di loro sono stati sistemati in luoghi alternativi ma la maggior parte di loro, alla fine, ha fatto ritorno a Conetta perché, anche le nuove sistemazioni sono state giudicate non consone al loro status.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ora, vogliamo sapere quanto è costato il trasporto in questi giorni con bus privati di questi fancazzisti sobillati dai parassiti dell’ex sindacato di base Usb. Prefetto, quanto è costata, ai contribuenti, la sua invereconda marchetta?



Lascia un commento