Scontri etnici tra Italiani e Africani a colpi di spranga

Scontri etnici a colpi di spranga, calci e pugni. Niente pistole. Per ora. Da una parte gli Italiani, dall’altra gli immigrati africani: teatro dello scontro Caltanissetta

Quando i poliziotti sono giunti in via Ajala, angolo via Palestro, hanno trovato diverse persone intente a picchiarsi con calci e pugni, a darsela di santa ragione senza minimamente tenere in considerazione il caos e la paura seminati intorno a loro. Alla loro vista, quindi, molti si sono dati alla fuga nelle vie limitrofe facendo perdere le proprie tracce, ma tre di loro, invece, hanno continuato pervicacemente. E solo dopo un serrato corpo a corpo con gli agenti, i tre sono stati bloccati e identificati.

VERIFICA LA NOTIZIA

In particolare, il 21enne, al quale è stata anche sequestrata una spranga, è stato bloccato mentre tentava di colpire il cittadino extracomunitario che si trovava già a terra. Arrivano sempre quando non è il momento. L’altro nisseno, in forte stato di agitazione e ferito alla testa, è stato fermato mentre inveiva contro gli stranieri in fuga. Il nigeriano e il nisseno 21enne sono stati condotti in ambulanza al pronto soccorso. Per tutti e tre è scattata la denuncia per rissa.

«Al momento sono ignote le cause che hanno determinato il violento scontro tra i due gruppi di persone», spiegano gli investigatori. Non ci vuole molta fantasia per capirlo: imponi la presenza di giovani maschi estranei, il minimo che puoi aspettarti è lo scontro. E’ un assaggio di quello che verrà, si chiama guerra etnica.



Lascia un commento