Ottengono permesso per studio, ma sono terroristi islamici: 10 a Genova

Si moltiplicano i casi dei terroristi islamici tunisini che si fingono studenti per entrare in Italia. Dopo i casi di Torino e Pisa, ecco altri dieci nordafricani che si sono iscritti all’Università di Genova.

Si è arrivati a loro perché per due anni non hanno sostenuto gli esami di Facoltà. Così i dieci giovani nordafricani, che avevano chiesto ed ottenuto il permesso di soggiorno per motivi di studio, sono finiti nel mirino del Rettorato che ha inviato una segnalazione alla Questura. Le indagini della Digos genovese si sono intrecciate con quelle relative agli immigrati filo islamisti abitanti a Torino, intercettati dai colleghi investigatori dell’Antiterrorismo.

Pisa, la città scelta da ISIS dove il PD vuole la moschea

E’ quindi emerso che i dieci nordafricani facevano la spola tra Genova ed il capoluogo piemontese e che l’iscrizione all’Università non era altro che una possibile copertura: “L’ipotesi investigativa è che si siano iscritti all’Università di Genova per evitare i controlli”. Pertanto, ai maghrebini non è stato rinnovato il permesso di soggiorno e devono lasciare l’Italia. Sono comunque in corso ulteriori indagini.

ISIS a Pisa: spuntano altri membri della cellula islamica

L’ipotesi è che l’intero gruppo dei sedicenti studenti immigrati a Genova abbia fatto parte oppure abbia appoggiato i componenti della cellula terroristica dell’Isis con base a Torino. Quella che non si può mettere in galera o espellere.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ricordate come quelli dell’11 settembre entrarono negli Usa? Permesso di studio.



Lascia un commento