Sesso gay tra i chierichetti del Papa

Un nuovo e recente filone di indagini condotto dalle autorità vaticane nell’ambito del Preseminario “San Pio X”, il collegio situato a palazzo San Carlo dove alloggiano i cosiddetti “chierichetti” del Papa, ha portato alla luce che negli ultimi anni si sono verificate vicende di rapporti omosessuali tra i ragazzi ospiti.

Ribaltate le conclusioni di precedenti accertamenti che invece non avevano trovato riscontri per simili vicende. La Santa Sede ha fatto sapere che il Preseminario era sotto i fari fin dal 2013 ma le segnalazioni “anonime e non” non trovarono, nella prima indagine, conferma. Ma recentemente sono emersi “nuovi elementi” – conferma il Vaticano – per aprire un nuovo filone di inchiesta. Tra le righe della nota vaticana si apprende che l’indagine interesserebbe rapporti omosessuali, e non abusi veri e propri, almeno non atti di pedofilia, perché si fa riferimento a fatti che “avrebbero coinvolto alcuni coetanei tra loro”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Poi non chiedetevi come mai c’è una parte di preti così ‘aperta’ all’accoglienza dei giovani maschi africani in fuga dalla guerra in Siria. E come mai siano così disponibili ad accoglierli nelle parrocchie di notte.



Lascia un commento