Roma, Famiglia italiana cacciata da casa popolare per fare posto a Nigeriani

La sostituzione etnica prosegue, la battaglia contro gli italiani anche. A Tor Marancia, l’Ater di Roma è riuscita ad assegnare un alloggio popolare ad una ‘famiglia’ di Nigeriani.

Nell’arco degli ultimi 11 mesi, per ben cinque volte, i tentativi di consegnare l’alloggio che era stato loro assegnato scavalcando famiglie di italiani sono naufragati. Vanificati perché , al loro interno, si trovavano altre persone: italiani. Abusivi secondo il Comune.

Come può essere che degli Italiani siano abusivi in una casa popolare di Roma destinata e che questa, invece, sia legalmente assegnata a dei Nigeriani? Non vi sembra una immane ingiustizia?

“Anche questo sesto tentativo rischiava di andare a vuoto vista l’ennesima occupazione” fa sapere Ater di Roma. E’ infatti stato “solo grazie alla collaborazione della Polizia Giudiziaria e della Procura della Repubblica, l’alloggio è stato posto immediatamente sotto sequestro dando un segno concreto verso la tutela dei diritti dei legittimi assegnatari che hanno potuto prendere possesso dell’abitazione”. I nigeriani.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il giornale locale RomaToday definisce questa una ‘storia a lieto fine’. E voi?



Lascia un commento