PROFUGHI MARCIANO VERSO CHIESA, VOGLIONO OCCUPARLA: UNO INVESTITO E UCCISO – VIDEO

Diverse centinaia di sedicenti profughi ospitati alla base di Conetta ha tentato di occupare la chiesa di Codevigo (Padova). Si tratta, come racconta il sindaco di Cona, Alberto Panfilio, di almeno 150 fancazzisti africani “che non hanno più intenzione di affrontare l’inverno nella base”. Hanno freddo. Potevate restare in Africa.

I restati fancazzisti (poco meno di mille) hanno ‘occupato’ l’ex base, chiudendo i cancelli ed esigendo di essere collocati in altre strutture. Ce ne sarebbero molte in Africa, al caldo.

E uno dei ‘rivoltosi’ ospiti nella base di Conetta è stato investito e ucciso mentre stava raggiungendo in bicicletta gli altri rivoltosi in presidio davanti al municipio di Codevigo.

I due fronti della rivolta dei migranti si sviluppano tra Conetta, sede dell’ex base militare adibita a centro di accoglienza, e Codevigo. Il personale della cooperativa è uscito per motivi di sicurezza e una seconda delegazione ha incontrato il prefetto di Venezia Carlo Boffi. «Il nostro obiettivo è lasciare Cona, qui non ci vogliamo più stare».

VERIFICA LA NOTIZIA

«Capisco che questo non sia quello che sognavate venendo in Italia – ha risposto il rappresentante del Governo – ma al momento non abbiamo alternative. Lo Stato ha fatto un grosso sforzo su Cona, investendo 1,6 milioni di euro per l’adeguamento e il potenziamento delle strutture. A giorni trasferiremo fuori dalla base altri 20 migranti». L’incontro tra il prefetto, il questore di Venezia Danilo Gagliardi e i migranti all’interno della base. La trattativa per arrivare a una conclusione della manifestazione è in atto.

La trattativa! Siamo a truppe africane che occupano suolo italiano e trattano con rappresentanti di un governo mai eletto. Gravissimo.



Lascia un commento