Clamorosa bufala Tg Rai: si inventano naufragio clandestini – VIDEO

La Rai tocca il fondo. Con RaiNews, che è la punta di diamante del servizio di fake news svolto dalla televisione di Stato: che manteniamo con i soldi del Canone in bolletta.

Fino ad ora si erano limitati a diffondere notizie manipolate. Ora passano direttamente ad inventarsele pur di proteggere il business della Sostituzione Etnica.

Ecco così il video (che Vox aveva già pubblicato giorni fa in modo corretto) in cui viene mostrato un clandestino aggrappato alla fiancata della motovedetta libica:

“Questo è uno dei 50 dispersi nelle operazioni di salvataggio a 35 miglia dalle coste libiche. Disperso perchè la motovedetta della guardia costiera libica ha lasciato la zona delle operazioni nonostante l’uomo fosse ancora appeso alla scaletta in attesa di aver salva la vita”, dice il giornalista prezzolato Pino Finocchiaro commentando le immagini montate ad arte.

Ma è tutto falso. Una bufala. Perché in realtà il clandestino ‘morto’ non è morto. E’ prima salito su un gommone della ong Sea Watch la cui presenza è il motivo vero del rifiuto del clandestino di farsi salvare dalla motovedetta libica, e poi fatto salire a bordo della nave dei trafficanti umanitari insieme al resto del bottino da scaricare in Italia previo bonus.

Come scrive Fausto Biloslavo su ilGiornale, poi:

Si nota nelle stesse immagini girate dall’organizzazione umanitaria riconoscendolo grazie i pantaloni rosa. Il peggio arriva più avanti nel servizio di Rai news, che fa vedere dei migranti che salgono a bordo della nave Sea watch sani e salvi. Fra i fortunati c’è anche il “disperso” con pantaloncini della tuta rosa e felpa grigia. Inspiegabilmente la parte che lo riguarda è tagliata nel servizio di mamma Rai. Lo spettatore è convinto che il poveretto o poveretta sia annegato.

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento