Zimbabwe, carri armati verso ‘casa’ Mugabe – VIDEO



Carri armati, ci sorprende abbiano benzina, verso la capitale dello Zimbabwe, Harare. Lo hanno riferito testimoni all’agenzia di stampa Reuters. La notizia arriva all’indomani delle dichiarazioni del capo delle forze armate nel paese, che ha detto di essere pronto a “intervenire” per mettere fine all’epurazione dei sostenitori di Emmerson Mnangagwa, il vicepresidente estromesso dall’incarico dal tiranno Mugabe.

Altri carri armati sono stati visti parcheggiati nella strada principale che collega Harare a Chinhoyi, che si trovano a circa 20 chilometri di distanza. I mezzi erano rivolti in direzione della capitale. I soldati presenti sul posto si sono rifiutati di parlare con Reuters.

Lo scorso 6 novembre il presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe aveva licenziato il suo vicepresidente Emmerson Mnangagwa, con l’accusa di slealtà, mancanza di rispetto e disonestà. Mnangagwa è un ex capo dell’intelligence e ha solo 75 anni. Era considerato il favorito per la successione del presidente Mugabe, che è più ‘maturo’ e ha 93 anni.

Il vicepresidente è stato fortemente criticato dai sostenitori della moglie di Mugabe, Grace, lei stessa considerata come un potenziale successore del marito. In precedenza Grace Mugabe aveva chiesto la rimozione del vice da parte del marito. E lei ha argomenti più interessanti.

Con una mossa inattesa, il capo delle forze armate Constantino Chiwenga lunedì 13 novembre ha minacciato apertamente di intervenire nella crisi politica, se non si fosse fermata l’epurazione dei veterani nel paese, schierati con Mnangagwa.

“Dobbiamo ricordare a coloro che stanno dietro le attuali sleali bravate che, quando si tratta di proteggere la nostra rivoluzione, l’esercito non esiterà a intervenire”, ha detto Chiwenga in una dichiarazione letta ai giornalisti a una conferenza stampa.

Martedì 14 novembre, l’ala giovanile del partito di governo in Zimbabwe ha accusato il capo delle forze armate di aver sovvertito l’ordine costituzionale con la sua minaccia di intervento.

Grace Mugabe, 52 anni, ha molto seguito nell’ala giovanile del partito di maggioranza ZANU-PF. Sul fronte opposto, sono schierati i veterani della guerra razziale dello Zimbabwe, che una volta godevano di una posizione privilegiata sotto la presidenza Mugabe, ma negli ultimi anni sono stati estromessi dai ruoli più importanti del governo e del partito.

Intanto il popolo muore di fame, in quella che un tempo era la Rodhesia, granaio d’Africa. Ma a quel tempo governavano i Bianchi. Poi cacciati e sterminati con l’applauso occidentale.



Lascia un commento