Salvini: “Troppi stranieri nel calcio italiano”, Renzi: “Non è vero”



Dopo la mancata qualificazione ai Mondiali, l’eccessivo numero di calciatori stranieri nel nostro campionato è sul banco degli imputati. Impediscono ai nostri di fare esperienza e di essere pronti a partite come quelle di ieri sera.

“Basta con l’infornata di stranieri secondo il principio che il primo che arriva si prende perchè costa poco”, attacca Matteo Salvini proponendo di dare “il 20% dei fondi dei diritti tv a chi valorizza i nostri ragazzi che arrivano dalle giovanili”. Della stessa idea anche Giorgia Meloni. “Nel calcio come in altri ambiti se ti concentri solo sugli stranieri e non investi sul vivaio italiano questo è il risultato – spiega la leader di Fratelli d’Italia ai microfoni di di Rtl 102.5 – se il calcio italiano non impara che deve investire sui giovani italiani, sul vivaio, sullo sport, obbiettivamente non cambierà niente”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Matteo Renzi difende invece il traffico di calciatori stranieri: “È uno sciacallo. Chi conosce il calcio sa che gli argomenti di Salvini sono ridicoli, quella di ieri è stata una “sberla enorme che deve imporre “a tutto il movimento calcistico una riflessione”.

Lui sa solo riflettere. Serve azione.



Lascia un commento