Rapper africano calpesta i morti al Sacrario di Redipuglia



Non bastava Bello FiGo. Justin Owusu, che ci dicono essere un rapper nato a Udine da genitori africani – quindi africano – ha girato il video del suo nuovo pezzo “Chi sbaglia impara” al Sacrario Militare di Redipuglia.

Ha in pratica calpestato le tombe di oltre centomila caduti italiani della Prima Guerra Mondiale. Chi li ha dato il permesso, sempre che l’abbia chiesto, andrebbe mandato a fare compagnia ai caduti.

Della ‘canzone’ di questo Owusu ci frega zero, come ci frega zero di lui e dell’altro figlio di Kyenge.

VERIFICA LA NOTIZIA

Quello che ci interessa far notare è il disprezzo di questa marmaglia di ‘nuovi italiani’ per gli italiani veri. Per quelli che sono morti per l’Italia. Non potrebbe essere altrimenti: sono l’antitesi di quello che loro rappresentano. La loro stessa presenza qui nega il sacrificio di chi è morto per difendere i confini dagli austriaci e oggi si ritrova con un africano che ne calpesta i resti. Sacri.

E' stato pubblicato il primo singolo dell'udinese di seconda generazione Emmanuel Owusu Frimpong, figlio di immigrati ghanesi, emigrato a sua volta in Inghilterra

Posted by UdineToday on Tuesday, April 11, 2017



Lascia un commento