Nazionale, Salvini: “Io rimpiango i tempi dei tre stranieri in campo” – VIDEO



“Io spero che ci si qualifichi ai Mondiali. Detto questo, faccio mie le parole dell’allenatore della Ternana: con un po’ meno stranieri in campo nelle giovanili e nei campionati di A, B e C ci sarebbe una Nazionale più competitiva”. Così Matteo Salvini parlando con i cronisti a Montecitorio della partita di questa sera Italia-Svezia.

http://video.gazzetta.it/video-embed/d827b3c4-c867-11e7-ad91-5eb3e22db240

“Io rimpiango i tempi dei tre stranieri in campo – aggiunge – mi sembra che sia un diritto far crescere i nostri ragazzi giocando con un pallone, senza andare a recuperare un campione o mezze pippe dal resto del mondo”. Quindi non farebbe giocare Jorginho? “Non faccio l’allenatore della Nazionale di calcio, ambisco a qualcosa di diverso – replica Salvini – se la normativa è questa è questa, io farei giocare gli italiani”.

In realtà Jorginho non è naturalizzato italiano. E’ italiano per ius sanguinis: Jorge Frello. Ci sono tantissimi italiani in Brasile e Argentina. Al di là del calcio, una legge del ritorno simile a quella israeliana che in caso di bisogno privilegia i nipoti di italiani rispetto agli afroislamici, sarebbe l’ideale. Non facciamo quindi confusione tra chi è italiano e chi lo ‘è’ solo perché partorito in Italia come Baruah detto Balotelli.



Lascia un commento