Cellulari rubati a studentesse trovati in mano ai richiedenti asilo



Ii spariscono dagli spogliatoi della palestra del liceo Grigoletti e uno di questi viene trovato all’interno del parco Querini, in possesso di un cittadino pakistano di 33 anni, poi denunciato per ricettazione dagli agenti della Squadra Volante. È accaduto giovedì, tra le 22 e le 23.20, quando i poliziotti erano impegnati in un controllo del parco a ridosso della stazione ferroviaria.

Il fatto inquietante è che i ‘profughi’ abbiano accesso alla palestra del liceo.

VERIFICA LA NOTIZIA

Erano circa le 22 quando una pattuglia della Squadra Volante, nel corso di un controllo al Querini, ha trovato un telefonino Huawei P10. Sono scattati subito i controlli per accertare la provenienza del cellulare ed è emerso che, nella stessa serata, erano stati rubati due telefonini all’interno degli spogliatoi del liceo Grigoletti, in via Interna, e che il cellulare rinvenuto era uno di quelli. Dopo un po’, alle 23.20, gli agenti della Volante, durante un’ulteriore attività di controllo nel parco Querini, hanno notato due persone che, alla loro vista, hanno cercato di scappare, ma sono state fermate. Si trattava di due cittadini pakistani richiedenti asilo, uno dei quali, A.Q., aveva il cellulare “Asus 2 laser” che era stato rubato poco prima al Grigoletti. Il pakistano ha detto di averlo acquistato da uno sconosciuto ed è stato denunciato per ricettazione.

Il fatto che i pakistani possono anche solo richiedere asilo perché c’è (c’era) la guerra in Siria, è stupefacente. Come i dementi che ci governano.



Lascia un commento