Peste sbarca in Africa: allarme in 10 Paesi africani



Condividi!

Ormai non è più ‘soltanto’ il Madagascar, la Peste sta sbarcando o è già sbarcata attraverso il movimento delle persone in almeno dieci paesi africani. Alcuni dei quali, come Eritrea e Somalia, sono fornitori netti di clandestini per l’Italia.

Al momento si contano già oltre 2.000 casi e 143 morti da quando, ad Agosto, ha iniziato a colpire.

La peste è una malattia infettiva di origine batterica causata dal batterio Yersinia pestis. È una zoonosi, il cui bacino è costituito da varie specie di roditori e il cui unico vettore è la pulce dei ratti (Xenopsylla cheopis), che può essere trasmessa anche da uomo a uomo.

L’ultimo paese ad essere messo in allerta è il Malawi, il pericolo, ha detto il ministro della Salute, “sono i confini porosi”. Nell’ultima settimana i casi in Madagascar sono saliti dell’8%, e le autorità sanitarie stanno cercando di impedire un propagarsi senza controllo sul continente africano. Ma l’unico modo possibile sarebbe una quarantena nazionale. E sarebbe razzista.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’Africa, con il suo incontrollato boom demografico sollecitato dagli aiuti senza freni dall’Occidente senza politiche di controllo delle nascite, accompagnato da un concetto particolare sull’igiene, partorirà prima o poi una pandemia globale di proporzioni mai viste.



Lascia un commento