Purghe: Don Guidotti cacciato da Facebook

Dire la verità è ormai l’unico peccato che la Chiesa di Bergoglio non tollera. Per i media di distrazione di massa, poi, è il peccato assoluto.

Ragazzina segue migrante e viene stuprata, Parroco: “Se vai col barbaro cosa ti aspetti?”

Così Don Lorenzo Guidotti è stato costretto ad abbandonare Facebook. Il profilo del sacerdote bolognese autore il 6 novembre di questo post:

Ha dovuto chiudere il suo profilo probabilmente su imposizione del vescovo. La pagina del social network, che pubblicava contenuti visibili solo agli ‘amici’, evidentemente non proprio tali, ora non è più disponibile neppure per loro: probabilmente è stato lo stesso prete a chiuderlo. Una scelta che potrebbe essere stata imposta dalla curia bolognese, ieri intervenuta contro il parroco.
Il comunicato diffuso ieri dalla curia è stato affisso all’ingresso della Parrocchia di San Domenico Savio, di cui è parroco don Guidotti. Come nel medioevo contro i peccatori.

Noi stiamo con Don Guidotti, che ha espresso con tono eccessivo un concetto giusto: se ti ubriachi e poi ti fidi di un maghrebino incontrato per strada, perché magari te lo ha detto la Boldrini, non puoi sorprenderti se ti stupra.



Lascia un commento