Violenza sessuale filmata, scarcerati immigrati: “Dopo la doccia si era ripresa”

Il Tribunale della libertà di Bologna ha annullato le ordinanze di custodia cautelare disponendo “l’immediata scarcerazione” per il 26enne romeno e il 27enne senegalese, bloccati dalla polizia a Ravenna per violenza sessuale di gruppo, il primo con l’accusa di avere stuprato una 18enne ravennate svenuta e il secondo per avere filmato il rapporto con il cellulare. Le motivazioni dei giudici non sono ancora state depositate.

Per l’accusa, nella notte tra il 5 e il 6 ottobre, dopo aver portato fuori a spalla la 18enne da un locale del centro, dove aveva bevuto vari drink, l’avevano accompagnata in un appartamento e, dopo averle una doccia gelata, lo stupro mentre il 27enne filmava tutto con il proprio smartphone.

VERIFICA LA NOTIZIA

I difensori, avv.Carlo Benini e Raffaella Salsano, hanno ribadito quanto i loro assistiti hanno fino a oggi sostenuto: la giovane sarebbe stata consenziente perché, dopo doccia e caffè, si era ripresa.

Una doccia e via. Ora sapete quando lo stupro non è più reato.



Lascia un commento