Stupri Rom, proteste contro avvocati che li difendono



Rischiano il linciaggio i due zingari stuprato due 14enni romane in un bosco di zona Collatino. Ma non solo loro. Davanti allo studio di uno dei due avvocati difensori, il gruppo Azione Frontale ha sistemato uno striscione: “Avvocato, gli uomini di merda non si difendono!”. Uomini ci pare una definizione eccessiva.

“Gli uomini di merda non vanno difesi! Adesso il nostro blitz sotto la sede dell’avvocato di quegli infami rom, che hanno violentato le ragazzine rubandogli per sempre una parte della loro anima – scrivono in un comunicato – Questi uomini di merda non vanno difesi, devono essere lasciati a marcire in galera senza possibilità di proferire nessuna parola. L’avvocato che ha accettato l’incarico di difesa di queste merde, rinunci alla sua difesa e si dimostri un uomo vero. Nessuna difesa per chi stupra”.



Lascia un commento