Profugo non sopporta attesa: picchia 7 infermiere e devasta Pronto Soccorso



Nella notte fra martedì e mercoledì scorsi un nigeriano di 25 anni, accolto in Italia come richiedente asilo perché c’è la guerra in Siria, si è presentato al Pronto Soccorso di Sassuolo. Dove non ha graditola la lunga attesa.

E quando è arrivato il suo turno ha perso ogni controllo e ha scatenato la propria ira contro il personale sanitario. Come hanno osato fare attendere una tale risorsa?

Il giovane ha vandalizzato l’ospedale, spaccando una vetrata, diversi arredi e oggetti presenti nei locali dell’ospedale, poi si è scagliato contro il personale sanitario. Ben sette infermiere e un medico hanno cercato di riportarlo alla calma ma sono finiti in balia dei colpi del nigeriano furioso.

E’ servito l’intervento di una Volante della Polizia per placare il giovane straniero, che è poi stato sedato e trasferito in camera di sicurezza dagli agenti, in stato di arresto per violenza e resistenza. Ad avere la peggio un’infermiera, che ha riportato diverse ferite guaribili.

VERIFICA LA NOTIZIA

La Direzione dell’Ospedale di Sassuolo Spa a nome anche del Consiglio di Amministrazione della società, ha incontrato stamattina tutti gli operatori del Pronto Soccorso. È stato in primo luogo un momento di incontro per esprimere vicinanza a chi, ogni giorno, è in prima linea per garantire la sicurezza e la salute dei cittadini. “Quanto avvenuto è molto grave. Fatti come questo segnano negativamente il clima di lavoro e per questo è necessario intervenire con tempestività allo scopo di garantire la sicurezza degli operatori e dei pazienti. In tal senso è stato deciso di rafforzare il servizio di vigilanza notturna garantendo la presenza di un’unità in più dedicata esclusivamente al Pronto Soccorso. Inoltre nei prossimi giorni si è concordato, insieme al Sindaco di Sassuolo, di istituire un tavolo di lavoro a cui parteciperanno l’Amministrazione Comunale, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e l’Ospedale di Sassuolo per trattare nello specifico l’argomento della sicurezza all’interno del Pronto Soccorso. Agli operatori coinvolti nell’incidente va il ringraziamento dell’Ospedale per aver saputo affrontare con grande professionalità una situazione estremamente difficile e critica.”



Lascia un commento