Pakistano molesta infermiera: “Da noi si può”



Un medico pakistano – i medici inglesi sono ormai una rarità – ha molestato un’infermiera e poi ha incolpato le “diverse norme culturali” nel Regno Unito per il suo ‘gesto’.
Imran Qureshi, 44 anni portati malissimo, di Manchester, ha dichiarato che la ragazza di 21 anni era “disponibile sessualmente” perché aveva avuto precedenti fidanzati, quindi era sul mercato.

Qureshi ha ammesso di aver fatto un ‘errore di giudizio’ – richiamando il suo comportamento a “norme culturali diverse” nel Regno Unito e in Pakistan.

Nel giugno dello scorso anno Qureshi è stato condannato alla corte di Minshull Street di Manchester a 12 mesi di attività di riabilitazione sessuale. E dovrà firmare il ‘registro per reati sessuali’ per 5 anni.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ora ha presentato ricorso. Perché in Pakistan si può. Il problema non sono le norme culturali in Pakistan, il problema è che le stiamo importando in Europa con i musulmani.



Lascia un commento