Marocchino aspetta bimbi fuori da scuola e poi si masturba



Si è appostato fuori da una scuola elementare di Milano, ha atteso che i bimbi uscissero, e ha iniziato a masturbarsi guardando loro e le loro mamme. Proprio una di loro, però, lo ha messo in fuga e ha permesso ai carabinieri di trovarlo e fermarlo. Non che rischi molto, dopo la depenalizzazione piddina degli atti osceni in luogo pubblico.

Il ventottenne marocchino ha precedenti, ma a nessuno è venuto in mente di espellerlo. Sarebbe razzista rimandare un Marocchino in Marocco.

Poco prima delle 17, secondo quanto riferito dai carabinieri, il ventottenne ha iniziato a masturbarsi fuori dalla scuola elementare Cesare Battisti, fissando i bimbi e i genitori. Una trentottenne, che era mano nella mano con suo figlio di dieci anni, ha immediatamente reagito e ha chiamato le forze dell’ordine, riuscendo a far desistere il maniaco.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lei stessa, al telefono, ha guidato i carabinieri in un internet point di via Neera – a poche decine di metri dalla scuola -, dove il ventottenne aveva cercato di nascondersi. Raggiunto dai militari, il maniaco ha reagito e ha aggredito i carabinieri, che lo hanno immobilizzato e arrestato. Fino alla prossima volta.



Lascia un commento