L’avvocato che difende i migranti picchiata dalla folla, polizia lascia fare



Tempi estremamente duri per i fans dell’accoglienza. Le immagini parlano da sole. Questa donna è un’avvocato greco, si chiama Eugenia Kouniaki, difende i ‘migranti’ e non è particolarmente amata in Grecia. A dimostrazione di questo sentimento, è stata aggredita fuori dal tribunale di Atene, dove si trovava per difendere un immigrato egiziano, da una ventina di cittadini greci.

Kouniaki stava uscendo dal tribunale quando è stata aggredita. Una decina di persone l’ha inseguita e lei è riuscita a salire su un autobus, urlando, perché l’autista richiudesse immediatamente le porte. Ma un uomo è riuscito comunque a salire e a colpirla con un pugno. Un brutto gesto. Non si usa violenza sulle donne, anche se stanno lavorando per distruggere il tuo paese.

Secondo la testimonianza rilasciata dall’avvocato il Tribunale era presidiato dalla polizia, che ha lasciato fare. Non è molto amata nemmeno dalla polizia.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’avvocato ha subito denunciato gli aggressori come militanti di Alba Dorata, che si trovavano lì per protestare contro il famoso processo politico ai danni di iscritti al partito, tra i quali il leader Nikos Michaloliakos. Di fatto una decina di militanti di Alba Dorata sono stati poi fermati per le proteste, ma subito rilasciati. Perché la donna non ha identificato tra loro il suo aggressore.



Lascia un commento