Imam rassicura i suoi: “Ok mangiare infedeli”

Condividi!

L’imam è stato uno di un gruppo di 10 musulmani arrestati in Francia e in Svizzera, sospettati di avere organizzato un attacco terroristico in Francia. Il gruppo era composto da membri di età compresa tra i 18 e i 65 anni, e stava utilizzando l’app di messaggistica crittografata Telegram per pianificare il attacco.

L’imam di 27 anni, che si faceva chiamare ‘emiro’, è tra le nove persone arrestate in Francia ed è un cittadino svizzero ed era l’amministratore del gruppo.

Il suo alias era “Al-Bosni”, e durante una delle prediche in rete ha assicurato i fedeli musulmani che è “OK mangiare i non credenti” ma solo se “assolutamente necessario”.

Il ministro dell’Interno francese Gérard Collomb ha dichiarato mercoledì che i sospetti – che sono stati tutti messi sotto sorveglianza segreta già dal mese precedente gli arresti – stavano pianificando un attacco imminente, ma ha sottolineato che il gruppo non aveva un “obiettivo chiaro o certo”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma gli arresti sono arrivati a pochi giorni dall’anniversario degli attacchi terroristici coordinati a Parigi nel novembre del 2015, durante i quali sono state uccise 130 persone. Secondo il ministro francese sono operazioni di routine. Benvenuti nella società multietnica: dove non puoi espellere chi ti vuole uccidere, perché è tuo concittadino.




Lascia un commento