Italia rimane 7° potenza industriale nonostante il PD



Il Pil italiano risale nonostante il Pd, ma i livelli pre-crisi sono lontani, e “il recupero si concluderebbe nel 2021”. La Grande Crisi non è finita, siamo solo in una fase di artificioso rimbalzo generato dalla politica di espansione monetaria: che però avrà effetti dannosi a lungo termine.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nel II trimestre 2017 il livello del Pil “è risultato inferiore dell’1,8% rispetto allo stesso periodo 2011, e del 6,4% rispetto al I trimestre del 2008, massimo pre-crisi”. L’industria italiana si conferma al 7/o posto nel mondo, seconda in Europa dopo la Germania. Ma tra il 2007 e il 2015 il manifatturiero ha perso 800mila posti, poi c’è stato solo un piccolo rimbalzo (+60mila). Ma qui siamo anche davanti ad una mutazione tecnologica e non solo strutturale dovuta alla Globalizzazione.



Lascia un commento