Paradise Papers: Trump dichiara guerra a multinazionali



Nel pieno della bufera dei Paradise Papers, è imminente la stretta anti-elusione di Donald Trump, pronta ad abbattersi su giganti senza frontiere come Apple, Facebook e Google.
E che dovrebbe garantire entrate stimate in 154 miliardi di dollari in dieci anni. Nella riforma fiscale presentata dai repubblicani al Congresso americano e’ infatti spuntata a sorpresa una ‘supertassa’ del 20% sui soldi che le multinazionali versano all’estero, nelle casse di società affiliate che spesso operano in veri e propri paradisi fiscali.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le multinazionali adorano la Globalizzazione: senza frontiere per merci, lavoratori e denaro. Producono in Cina, vendono da noi e pagano le tasse alle Cayman. Per questo finanziano politici favorevoli al mondo senza frontiere. Per questo censurano chi si oppone.



Lascia un commento