Esercito a Roma: soldati andranno a caccia di roghi tossici

“Finalmente, nell’ambito di un clima di collaborazione istituzionale, il ministro ha accolto la nostra richiesta per l’invio dell’esercito con una modalità simile a quella individuata per la ‘Terra dei fuochi’ in modo da porre fine ai roghi tossici”. Così il sindaco di Roma Virginia Raggi. “Lo abbiamo sottolineato nella relazione già inviata giorni fa alla commissione d’inchiesta della Camera sulle periferie. Noi ci siamo impegnati da subito investendo risorse e intensificando i controlli con la sorveglianza da parte della polizia capitolina ma è evidente che servono risorse e strumenti straordinari. L’ho ribadito spesso nel corso dei tavoli inter-istituzionali e nei colloqui con la commissione: occorre bloccare il business e la catena malavitosa che c’è dietro i roghi tossici. Servono fondi per le telecamere di vigilanza ed è necessario sbloccare le assunzioni per la polizia. Sono fiduciosa che finalmente si passi ai fatti”, conclude.

VERIFICA LA NOTIZIA

Come no. E pensare che per eliminare i roghi tossici, a Roma come in ogni altra città italiana, basterebbe eliminare la presenza degli Zingari dalle città. A questo servirebbe l’esercito: ad attuare un piano di umana (siamo teneri) espulsione di massa degli Zingari dall’Italia. Sul metodo buddhista.

Che poi, tra l’altro, stuprano anche le ragazzine.



Lascia un commento